nolliarchitecture | Orditi equilibri

Orditi equilibri

Type: commission

Client: private

Location: Cremona Italy

Client: private

Status: realized 2014

Team composition:

Arkpabi (partner in charge)

arch. Davide Andrea Nolli (consultant)

Personal tasks: concept, 2D drawings, 3D modelling, rendering, postproduction, schemes, municipality practices

Il nodo progettuale si configura nella domanda “quale forma costituisca espressione contemporanea e nello stesso tempo possa corrispondere alle esigenze dell’abitare d’oggi”. Il percorso progettuale riflette l’idea che l’intervento architettonico contemporaneo si presenti come una presa di coscienza della complessità: l’incrocio fra esigenze funzionali, qualitative, espressive, comporta linee articolate d’intervento nel tessuto urbano consolidato. L’analisi tipologica e architettonica consente di istituire tasselli progettuali per definire la costruzione: fondamentale è l’idea di assumere continuità per la cortina edilizia, fondamentale è l’idea di formare affacci sulla via Anguissola con un andamento materico pronunciato, fondamentale è l’impostazione di una residenza lineare nell’affaccio nord ed articolata all’interno della parcella urbana. Un approccio materico, per i fronti visibili da via Anguissola o che direttamente vi si affacciano. Si disegnano orditure variegate nella contrapposizione fra uno zoccolo rivestito in pietra e una superficie di parete esterna in cemento lisciato e trattato con differente intensità di tono e di figurazione, si articola la superficie bidimensionale di parete con una traccia libera di aperture finestrate e con un leggero aggetto di una “vela” che apre luce ed aria per gli spazi terrazzati degli alloggi e nello stesso tempo ne costituisce una sorta di protezione; l’edificio così si rivela e si apre in parte alla città, introducendo uno scorcio visuale privilegiato. Si mantiene una traccia di regolarità geometrica urbana mediando una correlazione per altezze del volume edilizio e partizioni della parete principale con le costruzioni contigue. All’interno della porzione edificata, lo sviluppo architettonico opera per mezzo della scomposizione dei volumi e del disassamento nella sovrapposizione delle abitazioni: il procedimento libera terrazze e spazi aperti che prolungano le residenze, fornisce varietà di visuali, costituisce spazi abitativi che – all’interno del tessuto storico urbano – configurano una ricerca di unicità per ogni alloggio.